Nel regno di Oz

Motivazione al progetto

Il meraviglioso mago di Oz, celebre romanzo di L. Frank Baum, ci accompagnerà durante quest’anno scolastico.

Con la lettura del romanzo verranno analizzati alcuni temi importanti quali; l’amicizia, il valore della diversità, l’autostima come presa di coscienza delle proprie capacità.

I bambini, attraverso le meravigliose avventure di Dorothy, impareranno ad esprimersi con il corpo, con la parola, con il suono, scopriranno il valore simbolico degli oggetti trasformati dalla fantasia in modo creativo e verranno incoraggiati a comunicare le proprie esperienze e le proprie emozioni.

Lo spaventapasseri, l’uomo di latta e il leone, simboleggiano le diverse aree di intervento educativo: l’area cognitiva, l’area affettiva e l’area valoriale, dimensioni di cui si compone la Persona nella sua interezza ed ognuna di questa è educabile.

Al termine di varie prove, il Mago farà riflettere i quattro amici: per superare tutte le prove avranno fatto affidamento sulle loro capacità, quindi li inviterà a cercare dentro di sé,e non fuori, ciò di cui necessitano. Il Mago non crea nulla! Attraverso le varie prove a cui sottopone i quattro amici, osservandoli da lontano e intervenendo dove possibile, permette loro di sviluppare le capacità che già posseggono e di acquisire gli strumenti per continuare a “fare da soli”,

Il fine ultimo di ogni percorso educativo è lo sviluppo dell’autonomia di ogni singolo bambino, autonomia indispensabile per affrontare con fiducia le innumerevoli e variegate esperienze della vita.

Inno alla libertà, alla tolleranza, all’amicizia ed al rispetto per qualsiasi creatura (uomini, animali, piante e, come ci ricorda l’omino di latta, cose), Il Mago di Oz accoglie e comunica valori universali.

Il messaggio di fondo è infatti chiaro: se il nostro mondo diventasse come quello di Oz, limpido come la Città di Smeraldo e allegro come i Ghiottoni, la terra sarebbe il posto della gioia e della fratellanza fra gli uomini.

Finalità

L’obiettivo che ci si è proposti è quello di aiutare il bambino a scoprire il suo mondo e trovare il giusto equilibrio tra fantasia e realtà attraverso le sue emozioni;

  • Il viaggio di Dorothy, la protagonista del libro, è un itinerario alla scoperta del sè e gli incontri significativi che compie corrispondono ai tre aspetti dello sviluppo personale, cognitivo: lo spaventapasseri, affettivo l’omino di latta e relazionale il leone pauroso. Aiutare la crescita del bambino sollecitando e stimolando la sua creatività, e capacità comunicativa
  • Educare alla partecipazione, alla condivisione di interessi comuni, alla discussione delle proprie incertezze e paure all’Interno del gruppo.

Progetto accoglienza e integrazione

Il progetto dedicato all’accoglienza ha come obiettivo principale quello di instaurare a scuola un clima sereno, aperto e rassicurante, dove tutti i bambini, in particolare i nuovi iscritti, possano intraprendere un percorso di crescita in un contesto di relazioni significative e possano sviluppare “il senso del noi” , attraverso l’ascolto reciproco rispettando le differenze di ognuno.

Il tempo disteso di questo progetto consente al bambino di vivere con serenità la propria giornata, di giocare, esplorare, parlare, capire sentirsi padrone di sé e delle attività che sperimenta.

Questo stile famigliare di accoglienza e relazioni che si vive all’interno della scuola dell’infanzia “Mamma Margherita” e che dà qualità e valore ai vari incontri quotidiani e ai diversi momenti della giornata si esplicita in tempi determinati dell’attività scolastica:

  • all’inizio dell’anno scolastico, con i bambini nuovi iscritti, per accompagnarli nella fase di ingresso nella Scuola dell’Infanzia, per aiutarli a stabilire relazioni serene, fiduciose con il nuovo ambiente, con i compagni, sperimentando fin dall’inizio un ambiente affettivamente ricco e accogliente;
  • all’inizio della giornata, con un momento comunitario significativo, dedicato al canto, alla condivisione di tematiche adeguate all’età, ai fatti del giorno, alla preghiera. Si tratta del “buon giorno”, tipica espressione salesiana: in tale momento i bambini sono invitati a riflettere, ad esprimersi e a pregare.

Unità di apprendimento: settembre/ottobre

Con Dorothy e Totò scopro la mia scuola

Con Dorothy, personaggio mediatore della fiaba, entriamo nell’ambientazione fantastica del racconto

CAMPI D’ESPERIENZA OBIETTIVI COMPETENZE CHIAVE

Il sé e l’altro

Il corpo e movimento

Immagini suoni colori

I discorsi e le parole

3 anni

Esplorare e conoscere l’ambiente scolastico;
Conoscere delle regole di convivenza

Sviluppare il senso di appartenenza al gruppo sezione e all’ambiente scolastico

Competenze sociali e civiche

Consapevolezza ed espressione culturale

4 anni

Partecipare attivamente e con piacere a giochi di conoscenza e socializzazione

Superare serenamente il distacco della famiglia

Riprendere contatto con l’ambiente scuola

5 anni

Ascoltare e comprendere semplici racconti

Collaborare produttivamente con i compagni e l’adulto in un lavoro di gruppo

Muoversi con sicurezza all’interno della scuola

Unità di apprendimento: ottobre/novembre

Con Dorothy incontriamo lo spaventapasseri

Questa unità di apprendimento ha come finalità principale quella di avvicinare i bambini alla scoperta dei colori primari. Le attività si snodano a partire dal racconto del MAGO DI OZ ( la via per tornare a casa è lastricata di pietre gialle ). Da questo racconto prendono vita le attività legata a :

  • i colori, per giungere ad una serie di proposte ludiche e logiche che coinvolgono i colori primari, e secondari;
  • il corpo per vivere emozioni piacevoli e non e di conoscenza di sé;
  • i numeri e le forme in modo giocoso e divertente, aiutandoli ad acquisire abilità, competenze.
CAMPI D’ESPERIENZA OBIETTIVI COMPETENZE CHIAVE

Il sé e l’altro

Il corpo e movimento

I discorsi e le parole

Immagini suoni Colori

Eseguire attività grafico pittorico

Utilizzare materiali strumenti e tecniche ricreative

Cantare una canzone con i compagni

Memorizzare semplici filastrocche

Partecipare ad un gioco collettivo

Associare vari elementi della realtà ai colori adeguati

Rappresentare graficamente la figura umana

Ascoltare comprendere e rielaborare le storie proposte

Individuare e confrontare le diversità e le assomiglianze dei vari personaggi

Eseguire giochi motori abbinati ai colori, alle forme e alle dimensioni

Raggruppare e ordinare per colore, forma, grandezza

Competenze sociali e civiche

Imparare ad imparare

Consapevolezza ed espressione culturale

Competenze di base in scienza e Tecnologia e matematica

Comunicazione nella madrelingua

Spirito d’iniziativa e intraprendenza

Unità di apprendimento: gennaio/febbraio

Con Dorothy incontriamo l’omino di latta

Questa unità di apprendimento vuole portare i bambini a prestare attenzione alle proprie emozioni attraverso la drammatizzazione il gioco simbolico.

Usciamo momentaneamente dal mondo circostanze per raccogliere e suddividere i rifiuti secondo il criterio della raccolta differenziata

CAMPI D’ESPERIENZA OBIETTIVI COMPETENZE CHIAVE

Il sé e l’altro

Il corpo e movimento

I discorsi e le parole

Immagini suoni Colori

Esprimersi con il travestimento

Sviluppare una prima coordinazione oculo-manuale

Eseguire disegni e descriverne il contenuto

Distinguere le tipologie e muoversi nello spazio

Avvicinarsi alla lingua scritta

Riconoscere l’iniziale di una parola

Comprendere, rispondere, rielaborare descrivere e comunicare

Mostrare curiosità verso le esperienze sensoriali

Scoprire la presenza di una lingua diversa

Familiarizzare con i suoni della lingua inglese

Raggruppare in base a determinate caratteristiche raccolta differenziata Confrontare due quantità

Conoscere i comportamenti corretti nei confronti dell’ ambiente

Competenze sociali e civiche Imparare ad imparare

Consapevolezza ed espressione culturale

Competenze di base in scienza e Tecnologia e matematica

Comunicazione nella madrelingua

Unità di apprendimento: marzo/aprile

Con Dorothy incontriamo il leone pauroso

Questa unità di apprendimento vuole aiutare i bambini a sviluppare fiducia in sè stessi e nelle proprie capacità relazionali, a confrontarsi e collaborare con gli altri, superando le proprie paure e costruendo la propria identità.

CAMPI D’ESPERIENZA OBIETTIVI COMPETENZE CHIAVE

Il sé e l’altro

Il corpo e movimento

I discorsi e le parole

Immagini suoni
Colori

La conoscenza del mondo

Interagire con gli altri nei giochi di movimento Competenze sociali e civiche

Sviluppare l’autonomia e l’autostima

Conoscere l’importanza degli animali

Osservare con attenzione il corpo, gli organismi viventi e i loro ambienti i fenomeni naturali accorgendosi dei loro cambiamenti

Esprimere curiosità

Memorizzare le poesie e filastrocche

Esprimere le proprie esperienze con il disegno

Disegnare in modo finalizzato
5 anni
Consolidare e sviluppare abilità di esplorazione osservazione e manipolazione

Avvicinarci alla lingua scritta esplorare e sperimentare le prime forme di comunicazione attraverso la scrittura

Familiarizzare con le strategie del contare e dell’operare con i numeri

Competenze sociali e civiche

Imparare ad imparare

Consapevolezza ed espressione culturale

Competenze di base in scienza, tecnologia e matematica

Comunicazione nella madrelingua

Spirito d’iniziativa e intraprendenza

Comunicazione nelle lingue straniere

Unità di apprendimento: maggio/giugno

Con Dorothy incontriamo IL MAGO DI OZ

Questa unità di apprendimento vuole avvicinare, in modo giocoso, i bambini (in particolare i bambini dell’ultimo anno) alla scoperta del codice scritto,suscitando interesse e curiosità per il mondo dei libri. Per i più piccoli accogliere e guidare i bambini provenienti dai Nidi del territorio.

CAMPI D’ESPERIENZA OBIETTIVI COMPETENZE CHIAVE

Il sé e l’altro

Il corpo e movimento

I discorsi e le parole

Immagini suoni
Colori

La conoscenza del mondo

Si avvicina alla lingua scritta, e sperimenta prime forme di comunicazione attraverso la scrittura

Comunicare, esprimere e raccontare emozioni utilizzando varie tecniche espressive

Riconoscere le lettere dell’alfabeto

Fare e verificare ipotesi

Competenze sociali e civiche

Imparare ad imparare

Consapevolezza ed espressione culturale

Competenze di base in scienza e Tecnologia e matematica

Comunicazione nella madrelingua

Spirito d’iniziativa e intraprendenza

Comunicazione nelle lingue straniere

Unità di apprendimento: settembre/giugno

La scuola in festa

Il tempo delle feste è particolarmente atteso dai bambini, perché è carico di emozioni e di promesse di divertimento, sia che si tratti di festività di carattere religioso, come il Natale e la Pasqua, sia che si tratti di feste ludiche, come il Carnevale e la festa di fine anno.

L’organizzazione dei festeggiamenti è un momento importante per rafforzare il sentimento di appartenenza dei bambini, consolidare le relazioni interpersonali ed evidenziare l’identità di ciascuno.

Realizzare piccoli doni in occasione di una festaPartecipare ad alcune rappresentazioni teatraliCompetenze sociali e civiche

CAMPI D’ESPERIENZA OBIETTIVI COMPETENZE CHIAVE

Il sé e l’altro

Il corpo e movimento

I discorsi e le parole

Immagini suoni
Colori

Realizzare piccoli doni in occasione di una festa

Partecipare ad alcune rappresentazioni teatrali

Conoscere alcune tradizioni legate al proprio territorio

Coordinare i propri movimenti con quelli dei compagni

Partecipare ad una esperienza e saperla valorizzare

Memorizzare canti e poesie legate alle feste

Vivere con insegnanti, famiglie e compagni un momento di gioia e condivisione

Acquisire consapevolezza personale grazie ai risultati e ai miglioramenti ottenuti durante il percorso scolastico

Competenze sociali e civiche

Imparare ad imparare

Consapevolezza ed espressione culturale

Comunicazione nella madrelingua

Spirito d’iniziativa e intraprendenza

Competenze di base in scienza, tecnologia e matematica

Unità di apprendimento: ottobre/maggio

Progetto religioso

Le attività in ordine all’insegnamento della religione cattolica offrono occasioni per lo sviluppo integrale della personalità dei bambini promuovendo sul loro patrimonio di esperienze e contribuendo a rispondere al bisogno di significato di cui anche essi sono portatori.

Per favorire la loro maturazione personale nella sua globalità, i traguardi relativi all’IRC sono distribuiti nei vari campi d’esperienza.

CAMPI D’ESPERIENZA OBIETTIVI COMPETENZE CHIAVE

Il sé e l’altro

Il corpo e movimento

I discorsi e le parole

Immagini suoni
Colori

La conoscenza del mondo

Scoprire nei racconti del vangelo la persona e l’insegnamento di Gesù

Apprendere che Dio è padre di tutti e che la chiesa è la comunità di uomini e donne unità nel suo nome

Sviluppare un positivo senso di sé

Sperimentare relazioni serene con gli altri

anche appartenenti a differenti tradizioni culturali e religiosi

Riconoscere nei segni del corpo l’esperienza propria e altrui

Manifestare la propria interiorità e le emozioni

Riconoscere alcuni linguaggi simbolici caratteristici delle tradizioni e della vita dei cristiani

Esprimere il proprio vissuto religioso

Imparare alcuni termini del linguaggio cristiano

Ascoltare semplici racconti biblici

Saper narrare contenuti appresi

Osservare con meraviglia e curiosità il mondo come dono di Dio Creatore

Competenze sociali e civiche

Imparare ad imparare

Consapevolezza ed espressione culturale

INFORMATIVA
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
Leggi qui per maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi